Violenza psicologica, violenza invisibile

3 Febbraio 2022 | La rivoluzione è fica!

Il collettivo Io l’8 ogni giorno continua il suo ciclo di riflessioni sulla violenza maschile contro le donne

Lo scorso anno ci siamo occupate nello specifico di violenza domestica, violenze sessuali e molestie sui luoghi di lavoro, organizzando tre incontri da cui è scaturato il nostro Piano d’azione femminista per l’eliminazione della violenza sulle donne.

Ora vogliamo, invece, puntare la lente su un tipo di violenza che resta spesso invisibile, anche agli occhi della legge: la violenza psicologica

Una forma di violenza che non lascia cicatrici o ferite fisiche e che le stesse vittime fanno spesso fatica a riconoscere. Ma non per questo è una violenza meno grave. Denigrazione, insulti, umiliazioni, manipolazione emotiva, forme di controllo e di privazione della libertà, minacce, etc sono tutti comportamenti che possono ferire nel profondo le vittime, provocando talvolta anche ulteriori ripercussioni sul piano non solo della salute mentale, ma anche di quella fisica.

Tuttavia la violenza psicologica all’interno delle relazioni di coppia resta spesso sottovalutata ed ignorata sia a livello di servizi di sostegno e aiuto alle vittime sia sul fronte legislativo. 

Le donne che chiedono aiuto per sottrarsi da situazioni di violenza psicologica fanno ancora fatica a vedersi riconosciute come vittime e ad ottenere giustizia. 

Per contrastare la violenza sulle donne in tutte le sue forme è, invece, necessario e urgente riconoscere e combattere anche la violenza psicologica. Questi tipi di violenza rappresentano inoltre spesso degli importanti segnali di allarme, cui si dovrebbe dare il giusto peso per garantire protezione alle donne che chiedono aiuto.  

Dunque come riconoscere la violenza domestica e come contrastarla? Ne discutiamo in una conferenza online su zoom, aperta a tutte le persone interessate.


Martedì 8 febbraio 2022: Violenza psicologica/violenza invisibile

Come riconoscerla per contrastarla.

Cosa è la violenza psicologica all’interno della violenza domestica?
Come mai è spesso difficile, anche per le stesse vittime, riconoscerla?
Quali sono gli attuali problemi e le attuali lacune, a livello di leggi e di servizi di sostegno e protezione, contro cui devono battersi le vittime di violenza psicologica?
Cosa può essere migliorato per una migliore presa a carico della vittime di violenza psicologica?


Insieme a:  Roberta Schaller, giurista e criminologa; Viviana Blaiotta e Valentina Mangiò, operatrici e attiviste del centro antiviolenza Donna L.I.S.A di Roma.

Per accedere alla conferenza online:

https://us06web.zoom.us/j/87132335957

ID riunione: 871 3233 5957

VI ASPETTIAMO NUMEROSE!

Forse potrebbe interessarti

La Parola, strumento di lotta

La Parola, strumento di lotta

Ogni storia riguardante molestie, violenze e abusi (perpetuati su donne o minori) è straziante. Nessuno di noi vorrebbe leggere cronache dettagliate di questi episodi sui quotidiani che scorriamo ogni giorno. Ma questo non significa, come ci ha invitate a fare sulle...

Apologie maschiliste

Apologie maschiliste

Apriamo gli occhi sulla cultura dello stupro! Con cultura dello stupro, un concetto in uso negli studi sociologici e femministi fin dagli anni ‘70, si intende un sistema di pensiero che tende a giustificare e normalizzare la violenza sessuale nei confronti...

Stuprate e poi imputate?

Stuprate e poi imputate?

Di seguito proponiamo la presa di posizione del collettivo femminista Io l'8 ogni giorno in merito all'attuale proposta di revisione del Codice penale per i reati di natura sessuale. Ancora una volta siamo deluse ed arrabbiate e continueremo...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: