Dopo averlo tradotto in italiano, riportiamo qui di seguito la comunicazione in merito alla campagna di sensibilizzazione nazionale contro la violenza sulle donne promossa dalla Federazione delle donne solidali della Svizzera e del Liechtenstein (DAO -Dachorganisation Frauenhäuser Schweiz und Liechtenstein) lanciata l’8 novembre 2021.


Dall’entrata in vigore della Convenzione di Istanbul nel 2018, la Svizzera è obbligata ad adottare misure di vasta portata contro la violenza di genere e la violenza domestica.

La campagna di DAO vuole essere un esempio e mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione della violenza contro le donne e in particolare della violenza domestica per incoraggiare i politici ad intraprendere ulteriori azioni. Ha anche lo scopo di far conoscere le Case delle donne in Svizzera e nel Liechtenstein come punti di contatto specializzati e luoghi in grado di fornire supporto.

La campagna racconta le storie di quattro donne che sono state vittime di violenza e che hanno preso la coraggiosa decisione di cercare rifugio in una Casa delle donne. Le storie non sono raccontate a parole, ma con gli oggetti che queste donne portavano con sé quando scappavano. Il risultato sono quattro soggetti che illustrano storie personali in modo toccante e struggente.

La campagna sarà visibile per quattro settimane sotto forma di mega-poster nelle stazioni ferroviarie di Berna, Losanna, Lugano e Zurigo, nonché su cartelli appesi negli autobus/tram delle stesse città e a Basilea, Ginevra, Lucerna e San Gallo dal 15 al 28 novembre 2021. 

Oltre agli obiettivi menzionati qui di seguito, la campagna vuole sensibilizzare l’opinione pubblica sul fatto che la violenza domestica e la violenza contro le donne sono problemi della società, che la violenza domestica è un fenomeno quotidiano in Svizzera e che c’è un bisogno urgente di azione sociale e politica.

Prima della campagna, un sondaggio tra la popolazione sul tema della violenza domestica è stato condotto da Sotomo, commissionato dalla DAO. I risultati del sondaggio e della campagna, presentati ai media oggi 9 novembre, vogliono attirare ulteriormente l’attenzione sulla questione della violenza contro le donne e la violenza domestica.

I principali risultati dello studio non sono purtroppo sorprendenti. L’80% degli intervistati considera la violenza domestica un problema sociale e vorrebbe che la politica desse maggiore potere agli attori in campo per sradicarla.


I materiali della campagna di DAO, come il comunicato stampa, lo studio Sotomo e il materiale della campagna (vedi cartella “Werbemittel_Frauenhäuser”) possono essere scaricati dal seguente link : https://we.tl/t-MLmI0tEOKT

Contatti: dao@frauenhaus-schweiz.ch

Se avete domande sullo studio, contattate Sarah Bütikofer (sarah.buetikofer@sotomo.ch , 044 515 91 32).