Seleziona una pagina

l’8 settembre 2018 Corinna Sala ci parlerà dell’Agenda 2030

Il Rapporto “Trasformare le promesse in azione: la parità di genere nell’Agenda 2030”, presentato a New York il 14 febbraio 2015, dall’Agenzia United Nations Women, mostra come le diseguaglianze di genere, nonostante gli innegabili progressi conseguiti negli ultimi decenni, restino ancora una dura realtà nel mondo attuale, con un rilievo maggiore nei paesi più lontani dallo sviluppo economico avanzato e in quelli dove la cultura e la religione prevalenti limitano fortemente i diritti delle donne.

Le diseguaglianze persistono dunque dappertutto, anche qui in Svizzera ed è per questo che bisogna agire sia a livello locale sia globale! Il tema della parità di genere è stato inserito come obiettivo no. 5 dell’Agenda 2030, quadro internazionale di riferimento per uno sviluppo sostenibile alla quale tutti i paesi del mondo devono contribuire.
E’ evidente che senza supporto e partecipazione delle donne sarà impossibile raggiungere gli obiettivi dell’Agenda2030.
La posizione di donne, bambine e anziane è fondamentale per la costruzione di società più giuste e inclusive.

Nella mia relazione voglio quindi spiegare brevemente:

  • cosa è l’agenda 2030
  • l’obiettivo 5 sulla parità di genere e l’emancipazione di tutte le donne e ragazze
  • cosa fa la Svizzera in questo ambito a livello internazionale
  • progressi, ostacoli e sfide